lunedì 21 novembre 2016

Una serie di sfortunati eventi: la serie tv e il primo trailer in italiano

fotoserietorfanibaudelaire

Notiziona!!! E' uscito il trailer della nuova serie tv Netflix: Una serie di sfortunati eventi.

Ve ne parlo perché è tratta da una saga per ragazzi di 13 romanzi, scritta da Lemony Snicket (personaggio del libro e pseudonimo di Daniel Handler), li conoscete?
Neil Patrick Harris interpreta il Conte Olaf

Uscirà il 13 gennaio 2017 e sarà composta da 8 episodi.

I protagonisti sono i tre orfani Baudelaire, che dopo la morte dei loro genitori, in uno strano incendio, vengono affidati ad una sequenza di strampalati tutori, tra cui il malvagio Conte Olaf ( interpretato da Neil Patrick Harris, il Barney di How I Met Your Mother ) che vuole impossessarsi della loro grande eredità. Violet, Klaus e Sunny dovranno usare la loro grande intelligenza, la capacità di costruire utili invenzioni e quella di ricordarsi tutte le cose che si leggono per smascherare i suoi piani e capire i suoi numerosi travestimenti. Durante le loro avventure, verranno alla luce nuovi, criptici, intriganti, sinistri e pericolosi misteri da risolvere.
Gustatevi il trailer in italiano:


Una serie di sfortunati eventi seguirà la storia dei primi quattro libri: Un infausto inizio, La stanza delle serpi, La funesta finestra e La sinistra segheria, ognuno dei quali coprirà due puntate della serie (quindi è possibile che ci sarà una seconda stagione), uno in più di quelli del carinissimo film del 2004. Da quanto si può capire dal video, elementi importanti, nella versione cartacea, come il tatuaggio a forma di occhio sulla caviglia del Conte Olaf, avranno molta più rilevanza rispetto all'adattamento cinematografico. Di questo non possiamo che essere contenti.

Per finire un paio di curiosità:

Sunny in Una serie di Sfortunati eventi
  • Il 13, compare spesso nella saga, a partire dal numero di libri, anche per il suo richiamo alla sfortuna, e Netflix, come prima i produttori del film, hanno deciso di usare questa data per l'uscita.
  • Sunny è la più piccola dei tre fratelli, ancora un bebè che non sa parlare bene,  sarà interpretata in alternanza da due gemelline.

La serie sembra rispettare il tono divertente e ironico dei romanzi e gli attori scelti mi piacciono molto, Sunny è carinissima e Neil Patrick Harris geniale. Per ingannare l'attesa ho deciso di riprendere a leggere la saga. Non vedo l'ora che arrivi gennaio (anche perché ricomincia The Magicians).



Se vi va, fatemi sapere se il post vi è piaciuto e se vedrete la serie. Mi piacerebbe anche avere la vostra opinione sugli attori e sui libri. 
Buone letture e buon Binge-watching!

lunedì 14 novembre 2016

Audible: la mia esperienza con gli audiolibri

Buongiorno miei cari lettori, scusate l'assenza ma mi si è rotto il pc è sto per trasferirmi a Pescara, quindi è stato un periodo impegnativo, ma passiamo al post di oggi!
A me, come a voi, piace avere un libro sempre con me, da leggere al primo momento libero: sul treno, prima dell'inizio di una lezione all'università, in fila, ma c'è un posto dove non sono mai riuscita a farlo: in macchina. Pensate a quanto potreste andare avanti con una storia, durante un lungo viaggio, ma poi o stai guidando o ti da fastidio leggere in movimento e tutto quel tempo è sprecato.
Questo pensiero mi ha fatto venire voglia di provare gli audiolibri, dopotutto da bambina adoravo le audiocassette delle favole e le sentivo in continuazione.
Come sempre Amazon mi è venuto in aiuto, con una delle sue app: Audible, che ti permette di scegliere tra 12mila libri da ascoltare (molti di più se capite l'inglese) e che, dopo esserti loggato e aver scaricato il libro, funziona offline.
Mi sono convinta quando ho visto che il primo mese era gratis e poi potevi benissimo non rinnovarlo.
L'esperienza è stata interessante ma non del tutto positiva.
Punti positivi:

  • Le voci scelte per la narrazione sono "belle" ed evocative, ci sono quelle di grandi attori e anche quelle degli autori stessi, come nel caso di Chiara Gamberale.
  • C'è molta scelta (fornita anche la sezione bambini/ragazzi), io ho ascoltato: La ragazza del treno di Paula Hawkins VirtNet Runner - Il giocatore di James Smith Dashner.

Punti negativi:

  • L'app è brutta ( come grafica, come cover scelte per i libri, come navigazione) e poco intuitiva.
  • Ci vuole molto tempo a disposizione, molto di più di quando lo leggi da solo.
  • Mentre se sto leggendo non mi smuovono neanche le cannonate, con gli audiobooks mi distraggo troppo facilmente, la mente vaga per un attimo e ti sei perso tutta una scena, devi rimandare indietro, ritrovare il punto esatto, e poi ho notato che anche se li per lì è coinvolgente, una volta finito il capitolo e ripreso dopo qualche ora o giorno, mi era rimasto in memoria ben poco, cosa che non mi capita se sono io a leggere.

Quindi nella lotta tra audiolibri e libri, vincono i secondi, i primi non fanno per me e, infatti, non ho rinnovato l'account, però sono stata contenta di averci provato.
Qual è il vostro parere sugli audiobooks? Avete mai ascoltato un libro? Che ne pensate di Audible?

venerdì 21 ottobre 2016

Grey's Anatomy Book Tag

Ciao lettori, è tanto che non facciamo un book tag che ne dite di uno basato sulla serie tv Grey's Anatomy? In rete ne ho trovato uno ma non mi piaceva, quindi me lo sono inventata. Condividetelo e rispondete alle domande sui vostri blog ;)

Owen Hunt: Traumatologia e Chirurgia d'emergenza
Un libro appena uscito, che non può aspettare di essere letto e salterà davanti a tutti i "casi non urgenti".

La mia scelta cade su Fangirl, ho aspettato così tanto che lo traducessero e Rainbow Rowell scrive storie fantastiche, e ora niente mi impedirà di leggerlo.

Alex Karev: Chirurgia pediatrica
 
Un libro, il cui protagonista, o uno dei personaggi principali, è il bambino che vorreste come figlio.

Matilde, intelligente, dolce (nella maggior parte dei casi :P ), magica, forte, incompresa e amante dei libri. Una bambina straordinaria.
Cristina Yang: Cardiochirurgia
La storia d'amore, che ti ha emozionato tanto da farti accelerare i battiti del cuore.

Scelgo quella di Henry e Clare di: La moglie dell'uomo che viaggiava nel tempo, una storia dolcissima, che mi ha emozionata, da quando Clare era piccola allo stupendo finale.

Derek Shepherd: Neurochirurgia
Un libro che ti ha tenuto impegnatissimo il cervello, nel tentativo di capire cosa sarebbe successo dopo, trovare il colpevole di un delitto o capire se quel cattivo era veramente cattivo.

Durante la lettura di Uomini che odiano le donne ero ossessionata dallo scoprire come erano andate le cose, a fare ipotesi e rileggere le frasi per vedere se c'era qualche indizio nascosto. Guardare troppo Veronica Mars/Chuck/White Collar/Quantico mi fa questo effetto XD

Meredith Grey: Chirurgia Generale
Una saga che ha bisogno di un appendicectomia, perchè uno, o più dei libri, che la compongono, non dovevano proprio essere scritti.

La saga, iniziata con: La sedicesima luna, mi era piaciuta tantissimo, ma poi dopo il secondo volume, va rovinandosi.

Mark Sloan: Chirurgia Plastica
Una cover di un libro/saga, che dopo un intervento di chirurgia plastica, è diventata più brutta.

La scelta per me è molto facile, ho visto le nuove cover di Shadowhunters, quelle con tutti i libri delle varie trilogie, e le trovo proprio brutte, senza offesa ma una quindicenne che ha appena imparato ad usare photoshop avrebbe saputo fare di meglio, è carina solo l'idea di usare la runa.

Vi è piaciuto il tag? Avete letto i libri che ho citato? Concordate con me? Qual'è il vostro personaggio preferito di Grey's Anathomy?
Aspetto le vostre risposte o i link al post sul vostro blog. Commentate e condividete ;)
Buone letture e buone serie tv!!!

venerdì 14 ottobre 2016

Fan event: Animali Fantastici e dove trovarli

Oggi un altro post potteriano, perchè ieri sono andata al fan event di: Animali Fantastici e dove trovarli alla Festa del Cinema di Roma. 



L'evento era la presentazione globale del film e c'era la diretta streaming tra le città di Londra, NY (in cui erano presenti gli attori e David Yates), Roma, Mexico city e Sao Paulo. A sorpresa, durante la live (a Londra), è arrivata anche la Rowling, che ha svelato delle succose notizie su: Animali Fantastici e dove trovarli.

Quella che ha fatto impazzire i fan è che i film saranno cinque,
perchè ha detto che si è talmente appassionata a scrivere la sceneggiatura e ha tante idee che tre film non bastavano.
Ha continuato svelando che il secondo, uscirà tra due anni e sarà ambientato in una grande città europea e che, se nel primo, Albus e Grindelwald vengono solo accennati, nel seguito avranno un ruolo più importante, soprattutto il potente mago oscuro.
Durante la serata, gli spettatori hanno potuto vedere i vari trailer, le interviste agli attori e alcune delle creature magiche. Ma la cosa più spettacolare è stata poter assistere a circa 10 minuti di film. Non sapete che emozione a rivedere il logo della Warner Bros, la colonna sonora iniziale e sapere che eri tra le prime e pochissime persone a vederlo ;)
Da questa breve visione ho capito varie cosette:

  • Il film sarà fighissimo e, come storia, batte 1000 a 1 Harry Potter e la maledizione dell'erede. Non vedo l'ora di vederlo.
  • Mi piace la scelta degli attori, soprattutto Eddie Redmayne che interpreterà Newt Scamander.
  • Il termine No-Mag è tremendo
  • Le creature magiche del film sono bellissime, voglio subito uno Snaso XD

Insomma, la serata poteva andare meglio solo se c'era la Rowling in persona XD ma per il resto è stata molto bella. Anche perchè hanno regalato dei fantastici gadget: 


La maglietta del fan event: (come non adorare e condividere la scritta :P )
La bacchetta del protagonista: (dalla foto non si vede ma ha degli solchi procurati dagli artigli di qualche creatura magica)

Il poster del film:

C'eravate? Avete seguito lo streaming da casa? (se non lo sapevate o volete rivederlo cliccate sul link: https://goo.gl/oKlsKd )  Avete visto il nuovo trailer? Siete curiosi per il film? Vi piacciono gli attori?

AGGIORNAMENTO: Il seguito di animali fantastici sarà ambientato in Francia. E da un tweet della Rowling, possiamo capire che il 5° film sarà girato in ITALIA!!!!!!

mercoledì 5 ottobre 2016

Recensione: Harry Potter e la maledizione dell'erede

Buon giorno Potterhead!!!

Siete pronti per una chiacchierata sulla tanto criticata ottava storia di HP: Harry Potter e la maledizione dell'erede?

Iniziamo. Per prima cosa voglio dirvi che non l'ho trovato orribile come si sentiva dire ovunque, ma neanche bellissimo come gli altri della saga. Più che paragonarlo ai precedenti volumi il confronto verrebbe meglio con una delle tante fan fiction che si trovano nel web, perchè il libro sembra proprio quello: una fan fiction di media bellezza (ai miei tempi ne ho lette di splendide).
Sono riuscita miracolosamente ad evitare ogni sorta di sploiler, senza essermi dovuta chiudere in casa e scollegata da internet, quindi la trama è stata tutta una sorpresa, perché diciamolo il retro copertina non ci svela quasi nulla.
Vi do qualche indizio in più: Harry Potter e la maledizione dell'erede inizia proprio sul binario 9 e ¾, dove si era concluso: Harry Potter e i doni della morte, con Harry, Ginny, Ron e Hermione, ormai adulti, che hanno accompagnato i figli sul binario per partire verso Hogwarts (Teddy che fine ha fatto??). E' il primo anno di Albus Potter, che ha paura di finire in Serpeverde. Harry cerca di tranquillizzarlo, anche se i rapporti tra padre e figlio non sono dei migliori, i due non riescono a comunicare senza cadere in incomprensioni. E' proprio questa incapacità di capirsi che darà il via ad un evento che potrà cambiare il passato e il futuro, perché non tutto il male è stato sconfitto.
Nel libro troviamo i temi fondamentali di cui la Rowling ci ha narrato nelle altre storie ( piccola precisazione: il copione è scritto da Jack Thorne basato su un idea di zia Jo): l’amicizia e l'amore, il rendersi conto delle proprie azioni, di agire sempre con purezza, la possibilità di sbagliare e di imparare da ciò e fare quello che si può per rimediare, il sentirsi inadeguato e fuori posto.
La scelta di usare il testo teatrale così come era, ha reso per me, la lettura meno coinvolgente (la scena dove si rivede la morte di Lily e James dovrebbe essere molto commovente, invece nulla, c'è poca Hogwarts e Neville viene solo citato, anche se è a scuola, la McGranitt e Ginny hanno perso il loro carattere da combattenti, e dov'è Hagrid?) leggere FINE PRIMO TEMPO mi ha fatto storcere il naso, interrompe troppo la narrazione, di sicuro vederlo recitato è tutta un altra cosa. 
Non vi parlo di quando ho letto: Tassofrasso e il Salice schiaffeggiante, mi devo ancora riprendere, e in più sembravo stupida cercando di capire se un personaggio era nuovo o semplicemente stavano usando il nome inglese :( 

Di qui in avanti ci saranno spoiler, quindi se non vi volete rovinare la sorpresa aspettate di aver letto il libro.


Rispondiamo alla domanda perchè sembra una ff?

Perché viene ritrovata una giratempo, perchè Albus e Scorpius scherzano sul naso di Voldemort, perchè Scorpius chiama il signore oscuro Voldy, perché si rivede Piton, ed è un grande eroe, e soprattutto perchè Voldemort, non si sa come, fa un figlio con Bellatrix. Non che le cose in se siano brutte, ma sembra che Jack Thorne si sia fatto un giretto sulle pagine  della saga, abbia visto tutte le immagini e meme che girano e da questi abbia preso tutte le idee che pensava potessero far felici i fan e le abbia unite. Dimenticavo che c'è una frase appositamente scritta per i fan della Dramione XD (non so se ridere o piangere).

L'idea di un figlio di Voldemort non mi è dispiaciuta, ma sono rimasta un po' perplessa sul come e quando lo abbiano fatto e del perchè nessuno si è accorto che Bellatrix era incinta, non si incastra proprio bene con il settimo libro.
Tra le cose che mi sono piaciute c'è sicuramente l'amicizia tra Albus e Scorpius, il figlio di Draco Malfoy, un personaggio adorabile, intelligente e coraggioso, che smentisce i pregiudizi sulle case e ci fa capire che non tutti i Serpeverde sono dei "bastardi senza cuore". 

La storia, poi, ha un ritmo veloce e, nella prima parte, riesce ad appassionare ed ad incuriosire, ci sono battute e scenette divertenti (tipo leggere di Harry e Ron a dieta), il problema è il finale troppo frettoloso. 

Spettacolare e geniale la signora del carrello.

A lettura finita, ti rendi conto che le cose che non vanno sono molte, ma che l'insieme si legge piacevolmente.



Lo avete già letto? Che ne pensate? Sfogatevi nei commenti ;)

mercoledì 21 settembre 2016

Nuove serie tv tratte dai libri: Dirk Gently’s Holistic Detective Agency

Ieri ho passato il pomeriggio a mettere in ordine la libreria e ora mi sento decisamente meglio :)

Oggi mi voglio dedicare un po' al blog, con un post dedicato all'accoppiata libri/serie tv, in particolare di una nuova che uscirà il 22 ottobre: Dirk Gently’s Holistic Detective Agency.

L'autore dei libri è: Douglas Adams, famosissimo scrittore di fantascienza, ricordato per la trilogia in cinque parti di: Guida galattica per gli autostoppisti e per aver scritto delle sceneggiature per la sedicesima e la diciassettesima stagione di: Doctor Who ( e anche un libro). Meno conosciuta è la saga con protagonista Dirk Gently, composta da: Dirk Gently. Agenzia di investigazione olistica, La lunga oscura pausa caffè dell’anima e Il salmone del dubbio. Io ho letto gli ultimi due, in ordine contrario  -_- , non sapendo, ancora, che facevano parte dello stesso ciclo. Ovviamente, prima della visione, rimedierò leggendo il primo e rileggendo gli altri due. 
La serie sarà prodotta da BBC America e sceneggiata da Max Landis.


Gently, interpretato da Samuel Barnett, è un investigatore perennemente al verde convinto che tutte le cose siano interconnesse tra loro e che prendere le impronte e cercare indizi sono perdite di tempo, la soluzione del problema va cercata nel "disegno" e nello "schema globale" delle cose. 

La sua specialità sono i casi di gatti scomparsi, ma non può dire di no ad un caso di omicidio, soprattutto se l'accusato è il suo vecchio amico Richard MacDuff. Da qui partirà un'avventura surreale e molto divertente. A fare da spalla al protagonista c'è Todd (interpretato da Frodo ops...intendevo Elijah Wood). 

Siete curiosi? Ecco il trailer:

Fatemi sapere se avete letto i libri, se vedrete la serie e quali tra quelle nuove volete vedere.


Sherlock Holmes una volta ha detto che, eliminato l’impossibile, ciò che resta, per quanto improbabile, deve essere la risposta. A me, però, non piace eliminare l’impossibile.

venerdì 16 settembre 2016

5 anni di Libri&popcorn

E siamo arrivati a 5...Tantissimi auguri al mio piccolo blog!!! :) :)

e grazie a voi che mi seguite e commentate. Restate collegati perché nei prossimi giorni ci saranno dei regali ;) Buone letture a tutti!!!

giovedì 15 settembre 2016

Recensione: The invasion of the Tearling

Ciao lettori,

domani è il compleanno del blog, siete pronti a festeggiare insieme?

Mentre finisco di pensare a giochi e regali, vi posto la recensione di: The invasion of the Tearling, secondo volume della saga di Erika Johansen.


Il primo mi aveva affascinato soprattutto per i personaggi e per la magia, ma era solo un accenno con: The invasion of the Tearling entriamo nel vivo della storia, superiamo il cliché che il secondo volume di una saga è quello più noioso e piatto, e ci tuffiamo nella magia e nell'avventura.

Rispetto a: The queen of the Tearling, il ritmo è più veloce, succedono più cose e scopriamo molti più dettagli su personaggi, arti magiche e storia.
The invasion of the Tearling riprende la storia esattamente dopo le vicende finali del primo volume. Kelsea Glynn, ormai Regina del Tearling, ha sospeso le spedizioni di schiavi inviate nel Mortmesne come tributo alla crudele Regina Rossa ed ora ne deve affrontare le conseguenze e si deve preparare ad un invasione. Il suo esercito non è abbastanza grande e potente, tattica e strategia non bastano. Come farà Kelsea a evitare che la sua gente muoia o venga fatta schiava?
Un altra novità è leggere i capitoli dal punto di vista di una ricca e misteriosa donna: Lily, che come la regina mette in discussione la sua vecchia vita, per migliorare anche di poco il mondo. Inizialmente i suoi capitoli mi avevano lasciata un po' scettica, ero più interessata a quello che succedeva a Kelsea e non volevo interrompere per leggere di lei, ma avanzando con le pagine si inizia a capire il perché di questo personaggio e come sia collegato con la storia principale e le cose si fanno molto interessanti.
Scopriremo molto dei tempi prima del Passaggio e molte delle domande che ci eravamo fatti precedentemente su come è nato il Tearling vengono risolte.



I personaggi sono sempre ben costruiti: Kelsea, non è finta, anche se forte e prende decisioni coraggiose e idealiste, ha molte insicurezze e paure. 
Mazza Chiodata e padre Tayler, sono tra i personaggi che mi piacciono di più. Lo sviluppo della storia di Pen, invece, mi ha delusa, ma ci fa anche vedere l'umanità della protagonista.
Interessantissimo quello che scopriamo sulla Regina Rossa, sul demone e sui gioielli, ma non tutto è stato svelato, ci sono ancora tanti misteri da scoprire.
Un ottimo libro, molto più appassionante e affascinante del precedente. Bella e curata, come sempre, la grafica e i disegni del libro, che gli danno un tocco in più, è una delizia averlo tra le mani.

Lo avete letto? Lo vorreste? Lasciatemi un commento con il vostro parere. Siete curiosi come me di continuare l'avventura?


Non manca molto, ieri la Multiplayer sulla sua pagina fb ci fa vedere che gli è arrivata una copia,non definitiva, di: The Fate of the Tearling :) :)

martedì 6 settembre 2016

Recensione: Il principe spezzato di Bianca Marconero

Buongiorno lettori, come va? Che leggete di bello?

Oggi voglio parlarvi di una delle mie letture estive: IL PRINCIPE SPEZZATO di Bianca Marconero, spin-off della saga di Albion ( va letto dopo Ombre) dedicato a Morgana e Riccardo, il fratellone del nostro Marco, che potete scaricare gratuitamente dagli store online.


Il libro è in prima persona ed alterna i punti di vista dei due protagonisti, sopra ognuno di essi è riportato quanto manca all'incidente", stile Cercando Alaska.
Cosa che coinvolge (e strazia) molto chi legge, nonostante si sappia già cosa succederà, si resta con il fiato sospeso, non si vuole arrivare a quel fatidico ultimo giorno e, sotto sotto, si spera che ci sia speranza, che le cose non andranno veramente così.
Riccardo è un personaggio ben costruito, spavaldo e affascinante, ma anche insicuro e con il bisogno di essere amato e approvato.
E che sta per odiarmi, vero Riccardo? Perché, anche io, preferisco Marco :P

Il rapporto tra i due fratelli è molto complesso, il più grande prova, inizialmente, sentimenti che vanno dall'odio alla gelosia, mentre da parte del più piccolo c'è una bellissima fiducia incondizionata. 
Belli e significativi i riferimenti ad Edoardo e al piccolo Marco, che Bianca semina per le pagine.
Morgana ci racconta come è arrivata all’Albion, come è stato creato il proto-jumper, il primo incontro con il Principe e quello con il Re.
Morgana e Riccardo, avranno un rapporto complicato, pieno di rabbia, incomprensioni e arrabbiature e entrambi poi saranno dispiaciuti per il vero sentimento che c'era sotto e che riesce ad emergere veramente solo alla fine di tutto.

Un libro ben scritto, dal ritmo incalzante, evocativo e coinvolgente, assolutamente necessario per capire questi due personaggi così rilevanti per la saga e per riflettere sulle cose importanti della vita.

Ve lo consiglio, con tutti gli altri libri di Albion ;)



E ora fatemi sapere il vostro parere. Qual'è il vostro personaggio preferito? Siete rimasti stupiti dal rapporto di Riccardo con Marco?


È il cuore. Si è fermato.
Cadrò, senza rialzarmi.
Svanirò io e svaniranno i sogni, quei pochi che ho avuto il
coraggio di fare.
I ricordi mi travolgono e mi presentano il conto. E tu sei la
prima ad arrivare, giungi prima di ogni sollievo, prima della
consolazione, prima del perdono. Prima di tutto, per negarmi ogni
cosa.
Come una macchia di inchiostro, hai oscurato la mia vita, come
un raggio l’hai rischiarata. Come un chiodo, ti sei conficcata più a
fondo. E alla fine morirò, con te piantata nel cuore.  

giovedì 1 settembre 2016

Libri al cinema, oggi.

Ciao lettori,
siete arrivati ad Hogwarts o avete perso il treno?
Oggi oltre ad essere un importante giorno per i maghi lo è anche per i lettori, 37 anni fa è stata pubblicata: La storia infinita :) e al cinema sono usciti due film tratti dai libri: La famiglia Fang e Io prima di te.

Nel primo i protagonisti sono una famiglia molto atipica, composta da artisti. I genitori sono performer le cui creazioni sono fatte per scioccare e suscitare intense emozioni nel pubblico e che coinvolgono sempre i figli (la bambina A e il bambino B) nelle loro opere. A causa di queste esperienze, una volta cresciuti i due si allontanano dai genitori, ma saranno costretti a tornare nella casa quando questi, improvvisamente, scompaiono nel nulla. 

Sarà un'altra delle loro performance o gli è veramente successo qualcosa di brutto?
Il film, nasce da questo episodio ma si concentra molto sulla scoperta di se stessi dei due fratelli e di come l'infanzia che i genitori gli hanno scelto li ha influenzati. Proprio per questo in alcuni punti ha un ritmo un po' lento.
Ci sono, anche, scene da commedia molto divertenti quando, con salti temporali, lo spettatore potrà assistere ai vecchi "spettacoli" della famiglia Fang. Bravi gli attori. Non so dirvi se mi è piaciuto più il libro o il film, ho trovato entrambi carini anche se non entrano a far parte dei "miei preferiti", di quelli che rileggerei/vedrei, mi è dispiaciuto che nel film quasi tutta la storia dei quadri della madre sia stata accantonata.

Il secondo è già famosissimo e ha fatto commuovere moltissimi lettori. (Mi considerate un mostro se vi dico che non ho pianto durante la lettura e più di tanto non mi ha emozionato?)
Non che la storia non abbia i suoi bei momenti o che il finale non sia triste, ma ho letto anche di meglio. Poi magari faccio come con: Colpa delle stelle e, dopo aver visto il film, rivaluto un po' tutto, vi farò sapere ;) Intanto ecco di cosa parla: Louisa Clark è una ragazza che vive senza credere troppo in se stessa e accontentandosi, sia sull'ambito lavorativo che nell'amore. Serve dirvi ,che all'inizio, non la sopportavo? :P Dopo aver perso il lavoro, incontra Will Traynore, il suo nuovo incarico, deve tenergli compagnia perchè in seguito a un incidente, Will è diventato quadriplegico e ha fatto una scelta che i genitori non condividono. Il ragazzo vorrebbe solo essere lasciato in pace, ma poi i due entreranno in confidenza e l'uno inizierà a influenzare l'altro. Basterà a far cambiare idea a Will?
Nel cast ci sono molti attori già conosciuti tra cui: Emilia Clarke (Daenerys in Got) e Sam Claflin ( Finnick in Hunger Games),come protagonisti, e Matthew Lewis (Neville in Hp) e Charles Dance (Tywin Lannister in Got) in ruoli secondari.

Fatemi sapere se siete andati al cinema oggi o ci andrete nei prossimi giorni e cosa ne pensate dei libri da cui sono tratti questi due film.