mercoledì 4 gennaio 2012

La ricetta di L'inconfondibile tristezza della torta al limone

Tra compleanno e Natale  ho ricevuto parecchi nuovi amici.
Di alcuni come "La bambina di neve" vi ho già parlato, altri sono in attesa di lettura...e uno è pronto per una bella recensione. Sto parlando di "L'inconfondibile tristezza della torta al limone".
Libro con un titolo fantastico e una copertina molto golosa, con una trama molto bella che però potrebbe essere sottovalutata leggendo la quarta di copertina...c'è molto di più di quello che sembra...
 Rose è una bimba di otto anni,va a scuola, mangia , legge, insomma ha una vita normale...Il giorno del suo nono compleanno si avvicina, la sua mamma prepara una torta di prova in vista del fatidico giorno...limone e cioccolato..gnam gnam pensa Rose. La torta è pronta e la bambina non resiste ne taglia una fetta e l'assaggia... si sa i dolci appena fatti,ancora caldi, sono molto più buoni ;)
Quello che però Rose sente mangiando è qualcosa di strano che non aveva mai sentito prima...una sensazione di angoscia e tristezza proveniente proprio dalla torta; E' così con ogni cibo , quello della mensa è noioso e frustato...e piano piano la ragazza capisce che riesce a sentire le emozioni di chi ha preparato quel cibo. Ma sarà un dono o una maledizione?Rose non riesce più a mangiare nulla che sia fatto da una persona ma riesce anche a capire se un alimento è biologico o no, da dove viene il bacon nel suo piatto. Ma le stranezze non finiscono, perché la torta della mamma, sempre allegra e felice, ha quel saporaccio? e perché sempre più spesso capita che suo fratello sparisca? e perchè suo padre proprio non riesce ad entrare in ospedale? Per alcune domande ci sarà una risposta chiara per altre no...Un libro strano e sorprendente pieno di sapori ed emozioni...in alcuni punti sembra di sentire il sapore del cibo che mangia la protagonista, in altri non capisci cosa succede e non vedi l'ora di continuare a leggere per scoprirlo.
E visto che siamo in tema vi lascio la ricetta per la torta al limone che la mamma prepara a Rose per il suo compleanno ;)
Ingredienti:
         4 uova                                                     200 g di zucchero semolato
         100 g di cioccolato bianco fuso               150 g di burro  sciolto
         3 limoni (succo e buccia grattata            250 g di farina 00
         1/2 bustina di lievito
Ingredienti per la decorazione:
          250 g di mascarpone                        100 ml di panna montata
          buccia grattata di 1 limone               2 cucchiai di zucchero a velo
          qualche fogliolina di menta 
Procedimento:
Per prima cosa preriscaldate il forno a 180°C.
Sciogliete il cioccolato bianco a bagnomaria e il burro su fuoco dolce o al microonde.
Montate le uova con lo zucchero finché non diventano bianche e spumose e versateci il burro fuso e il cioccolato bianco. Montate con le fruste finché tutti gli ingredienti non sono perfettamente incorporati.
Setacciate la farina con il lievito ed aggiungetela all'impasto insieme alla buccia di limone grattata e al succo filtrato dei tre limoni. Mescolate finché non è tutto omogeneo.
Versate l’impasto in uno stampo rettangolare da plumcake precedentemente imburrato ed infarinato e cuocetelo in forno caldo per circa un'ora. Quando la torta sarà dorata all'esterno ed asciutta all'interno, toglietela dal forno e lasciatela raffreddare. Ed ora la parte più divertente: la glassa.Preparate la crema per decorare la torta mescolando con le fruste il mascarpone, la panna montata, due cucchiai di zucchero a velo e la buccia grattata di un limone. Stendete con un cucchiaio la crema di mascarpone sulla torta, poi decorate con qualche fogliolina di menta.  Potete mangiarla subito o metterla in frigo e abbinarla con un buon tè.
Che ne pensate????Preferite la torta o il libro? o entrambi???

9 commenti:

  1. ora me lo mangio! sia la torta che il libro!

    RispondiElimina
  2. X) la torta la voglio proprio provare,deve essere mucho buona. Il libro anche se in alcuni punti è un po strano mi è piaciuto molto.

    RispondiElimina
  3. io la tortaaaaa

    RispondiElimina
  4. Ho letto questo libro in lingua e l'ho trovato molto carino...solo il finale solo mi aveva lasciato un pò a "bocca asciutta" e mi aveva dato un senso di incompiuto...però una bella lettura...

    Sono Fragola di anobii...a presto!! ^^

    RispondiElimina
  5. Ciao quando hai un attimo qui c'è un piccolo MEME per te!
    http://libridafavola.blogspot.com/2012/01/meme-libri.html
    P.s mmm deve essere buonissima la torta...

    RispondiElimina
  6. Si il finale poteva dirci qualcosa di più ma per il resto mi ha affascinato ;)

    RispondiElimina
  7. Bella recensione, mi ha fatto venire voglia di leggere questo libro :) e di cucinare la torta ;) alla prima occasione la proporrò di sicuro!

    RispondiElimina
  8. grazieee!!!Fammi sapere come viene ;)

    RispondiElimina
  9. wow!! libro e ricetta entrambi interessanti :P
    mi segno la ricetta, intanto :=)

    RispondiElimina

A voi la parola ;)