lunedì 1 aprile 2013

Gregor. La prima profezia

Come sono andate le vacanze? pronti ad affrontare una nuova  settimana?
Io la inizio con la recensione di Gregor. La prima profezia di Suzanne Collins (Mondadori), primo libro della serie per ragazzi: Underland Chronicles, ispirata dal romanzo Alice nel paese delle meraviglie. 

Se ti chiami Alice e segui un bianconiglio cadi inevitabilmente in un buco del terreno Se invece ti chiami Gregor, vivi a New York è molto più facile cadere in un tombino scoprendo però ugualmente un mondo strano e meraviglioso.

Il libro era già stato pubblicato con il titolo Gregor e il regno di Semprebuio nella collana Lampi della Sperling & Kupfer nel 2004, senza però ottenere molta attenzione.
Dopo la misteriosa scomparsa del padre tocca a Gregor occuparsi della sua sorellina: Boots.
Un giorno, la bimba si tuffa oltre una grata e sparisce. Gregor si lancia all'inseguimento e finisce nel Sottomondo, un luogo straordinario e terribile, abitato da umani dalla pelle bianchissima e dagli occhi viola, da pipistrelli, scarafaggi giganti, ragni e ratti bianchi!
Qui Gregor scopre che anche suo padre è disperso nel Sottomondo e non solo: si imbatte in un antica profezia che parla di un guerriero del mondo di sopra che porterà alla salvezza o alla distruzione del Sottomondo.
La trama non è delle più originali e durante la storia non ci sono grandi colpi di scena non c'è tensione, e si vede molto che il libro è stato scritto per lettori molto giovani.
La Collins, però, scrive molto bene e il libro risulta scorrevole. Per quanto riguarda i personaggi ho adorato Boots, me la sono riuscita a immaginare perfettamente, e ho trovato le scene con lei e i brulicanti molto simpatiche Gregor è invece il classico eroe che non pensa di essere tale ma che alla fine, con un po di aiuto e fortuna, salva la situazione (niente di nuovo).
Carina la scelta di usare insetti e ratti come personaggi pensanti e parlanti;)
In conclusione se avete dai 7 ai 12 anni è ok se invece siete più grandi buttatevi su hunger games ;)


2 commenti:

  1. ho amato molto gli Hunger Games e volevo dare una possibilità anche a questo..direi che ho superato l'età..ti farò sapere comunque:)

    RispondiElimina
  2. Ho comprato il libro al day one ma si è perso nella pila di libri da leggere... Avendo apprezzato il primo Hunger Games (i successivi due un pò meno), sono curiosa di vedere se la Collins è davvero una brava autrice o solo un fuoco di paglia :)

    RispondiElimina

A voi la parola ;)