martedì 11 giugno 2013

Recensione: L'eroe perduto di Rick Riordan

Eroi dell'Olimpo - L'eroe perduto è il primo libro della nuova saga fantasy di Rick Riordan, seguito di Percy Jackson & gli dei dell'Olimpo.
In questo capitolo nuovi eroi (Jason, Leo e Piper) si uniranno, ai personaggi che abbiamo conosciuto precedentemente, al Campo Mezzosangue. Un nuovo pericolo minaccia il Mondo: vecchi mostri che dovrebbero essere a marcire nel Tartaro, sono vivi e vegeti a fare danni, i Giganti sono pronti alla vendetta, più di una divinità vuole tutti i semidei morti, Era è imprigionata non si sa dove e Percy è disperso... 
Un buon inizio, no? e continuando la lettura, gli eventi si fanno ancora più interessanti, il libro non si ferma alla classica operazione di salvataggio, per ritrovare Percy, ma segue una trama tutta nuova, che coinvolge anche la mitologia romana, e veramente interessante, non vi dico altro per non fare spoiler.
La storia, a differenza dei libri con protagonista il figlio di Poseidone, è raccontata in terza persona, un paio di capitoli per ognuno dei tre nuovi eroi. Mi sono mancati, giusto, i divertentissimi sottotitoli che accompagnavano i nuovi capitoli nella vecchia saga, li adoravo.
Anche in questa, però, non mancano momenti e personaggi divertenti, Leo e il coatch Hedge ne sono la prova lampante. 
Jason è il protagonista perfetto, leale, con una storia misteriosa alle spalle, figlio di uno dei tre grandi Boss, un eroe per il quale non si può non fare il tifo, anche Piper non è male, è forte e va contro il pregiudizio che le ragazze carine sono stupide.
Il libro è avvincente e molto scorrevole, le sue 500 pagine si leggono in un attimo.
Non vedo l'ora di avere sotto gli occhi il seguito ;)

Pareri?

Nessun commento:

Posta un commento

A voi la parola ;)