lunedì 29 settembre 2014

Recensione: The One di Kiera Cass


Buon inizio settimana lettori!!

Oggi vi parlo dell'ultimo libro, per ora, della saga The Selection: The one di Kiera Cass.
Dopo un inizio, dei non più incoraggianti, e del pessimo: The Elite, questo terzo capitolo è una boccata di aria fresca, che supera molti dei difetti degli altri due per lasciarci con una bella storia. 
Scorrevole, coinvolgente e veloce, l'ho finito in un solo giorno.
Passando alla trama: le ragazze che possono ancora aspirare al titolo di America's Next Top Model principessa di Illéa, sono rimaste soltanto quattro: Celeste, Elise, Kriss e America. E finalmente, l'autrice ce le fa conoscere un po meglio, con particolari del loro background che le fanno essere, un po più, di un bel visino in uno splendido abito. Attenti, ci sarà anche uno sconvolgente cambiamento in una di esse ;)
Maxon, da parte sua, ha una predilezione per le ultime due, ma approfitta della situazione per sbaciucchiarsene il più possibile.
Il rapporto tra lui e la protagonista è sempre fatto di alti, molto molto dolci e romantici (bella la scena della pioggia sul tetto), e bassi, molto molto stupidi, ma i dubbi sono meno assillanti del solito.
Il triangolo, per mia grande gioia, ha un ruolo decisamente più ridotto rispetto a prima. Ed, Aspen è meno irritante.
La grande novità è che c'è azione, vengono inseriti elementi dispotici, e, rullo di tamburi, la storia dei ribelli diventa uno dei punti chiave del libro. ( Anche se poteva essere ancora più approfondito).
America, nei panni della principessa ribelle che lotta per il popolo, non è uno dei personaggi più originali, ma riesce a conquistare, comunque, il favore dei lettori.
La morte di un personaggio, mi ha lasciato molto dispiaciuta, anche se secondario era simpatico, e la sua lettera incredibilmente dolce.
Il finale è quello che i fan si aspettavano, felice e con tutti i personaggi al posto giusto.
Piccola critica, Kiera sei furbetta a liberarti così di un personaggio scomodo come il Re...troppo semplice per te e troppo insoddisfacente per noi.
In somma, il migliore dei tre, ma c'è ancora strada da fare per migliorare.


10 commenti:

  1. Mh, con la tua recensione vedo uno spiraglio di luce. Lo leggerò la prossima settimana :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. XD felice per una volta di dare speranza e non di distruggerle ;)
      Buona lettura!!

      Elimina
  2. No, no, no... Non lo leggerò. Scusate ragazzi però dopo aver letto The Selection e The Elite ho perso troppi neuroni! Ormai me ne restano pochi e li devo tenere al sicuro ** xD Okay, a parte gli scherzi, mi rifiuto di leggerlo!!! Troppa stupidità concentrata in un solo libro! -.-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. XD The elite è stata un agonia, per me avrebbero potuto fare un libro solo unendo i primi due e levando un po di parti inutili. Però ormai ci stavo e la mia curiosità/masochismo mi ha impedito di lasciare la trilogia incompiuta e questo non è stato male...

      Elimina
  3. Io ho comperato"The selection"un pò di tempo fa ma non ho avuto ancora modo di leggerlo....
    Che faccio?Lo dono direttamente alla biblioteca senza nemmeno aprirlo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No vabbè se l'hai comprato leggilo, la storia non è male e che viene sviluppata molto molto molto molto lentamente e ci sono tante tante tante chiacchiere inutili... XD
      Potevano fare benissimo una duologia.

      Elimina
  4. Adesso, a quanto pare, pubblicano solo trilogie invece.... ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, sempre più spesso, anche quando non ce ne è bisogno.

      Elimina

A voi la parola ;)