lunedì 25 gennaio 2016

Recensione: La Cerimonia del Demone Rosso di Monica Fumagalli

Oggi vi recensisco un libro, arrivatomi come regalo di Natale (per l'iniziativa sotto l'albero di Natale) dalla mitica scrittrice di ALBION, La Cerimonia del Demone Rosso di Monica Fumagalli, conosciuta anche come Onigiri calibro 38, editor di OrgoglioNerd.it.


La storia è ambientata in Giappone, Mina si imbarca in un viaggio estremamente particolare, visiterà molte città nipponiche per osservare e catalogare, mostri demoni e creature leggendarie, spesso molto pericolose.
Il libro ha una veste grafica molto curata, a partire dalla splendida copertina, fino ad arrivare ai dettagliatissimi disegni (
di Martina Naldi) interni e alle schede informative di ogni creatura, anche la decisione di usare una narrazione a diario è stata una scelta appropriata.
La scrittrice scrive estremamente bene, le sue descrizioni sono vivide ed intense, sembra di essere in quei meravigliosi ( e pericoli ) luoghi con Mina.
Per non parlare di quando la protagonista inizia a mangiare, mi è venuta l'acquolina in bocca più di una volta.
Il ritmo è scorrevole e i mostri scelti interessanti, molti li conoscerete già, altri vi affascineranno per la loro particolare storia o per il loro incredibile aspetto. 

Ma non tutti i demoni saranno di carne ed ossa alcuni sono solo dentro la ragazza ( e simili a quelli di chiunque ) e saranno quelli più difficili da mettere alla luce e da affrontare, ciò condurrà chi legge a delle importanti riflessioni.
Le pagine porteranno a scoprire i posti e le tradizioni nascosti e meno conosciuti del Giappone, gli incontri con le persone del posto saranno particolari e a volte toccanti, mi ha colpito la loro estrema gentilezza in qualsiasi situazione. 

Il finale arriva troppo presto, avrei potuto leggere altre centinaia di pagine, ma porta con se una piacevole sorpresa.
Consigliato!!! 

Che ne pensate? Aspetto le vostre opinioni. 
P.s. Voglio il portachiavi a onigiri :)


Ci sono alcuni momenti in cui abbiamo bisogno di una piccola spinta. Assopiti in
 una vita che ci sta troppo comoda perdiamo di vista ciò che si trova al di là, 
ed è proprio allora che dobbiamo dimenticare la sicurezza e buttarci nel mondo.

5 commenti:

  1. Sembra carinissimo. E mitica sì, la cara Bianca :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, aleggia sulle pagine un atmosfera bellissima, si respira l'aria giapponese in ogni parola, credo ne apprezzeresti la sensibilità ;)
      Che dire di Bianca?? Dolcissima e molto brava, non vedo l'ora di leggere il suo prossimo libro^^

      Elimina
    2. Come mi ispira questo romanzo! Sono contenta di trovare nelle tue parole conferma alle mie impressioni. *_*

      Elimina
    3. Leggilo, ne varrà la pena. Ha delle atmosfere bellissime ;)

      Elimina
  2. Anch'io ho un blog, se volete seguitelo...copiate l'url
    Www.illettoresenzatregua.blogspot.com

    RispondiElimina

A voi la parola ;)