giovedì 15 settembre 2016

Recensione: The invasion of the Tearling

Ciao lettori,

domani è il compleanno del blog, siete pronti a festeggiare insieme?

Mentre finisco di pensare a giochi e regali, vi posto la recensione di: The invasion of the Tearling, secondo volume della saga di Erika Johansen.


Il primo mi aveva affascinato soprattutto per i personaggi e per la magia, ma era solo un accenno con: The invasion of the Tearling entriamo nel vivo della storia, superiamo il cliché che il secondo volume di una saga è quello più noioso e piatto, e ci tuffiamo nella magia e nell'avventura.

Rispetto a: The queen of the Tearling, il ritmo è più veloce, succedono più cose e scopriamo molti più dettagli su personaggi, arti magiche e storia.
The invasion of the Tearling riprende la storia esattamente dopo le vicende finali del primo volume. Kelsea Glynn, ormai Regina del Tearling, ha sospeso le spedizioni di schiavi inviate nel Mortmesne come tributo alla crudele Regina Rossa ed ora ne deve affrontare le conseguenze e si deve preparare ad un invasione. Il suo esercito non è abbastanza grande e potente, tattica e strategia non bastano. Come farà Kelsea a evitare che la sua gente muoia o venga fatta schiava?
Un altra novità è leggere i capitoli dal punto di vista di una ricca e misteriosa donna: Lily, che come la regina mette in discussione la sua vecchia vita, per migliorare anche di poco il mondo. Inizialmente i suoi capitoli mi avevano lasciata un po' scettica, ero più interessata a quello che succedeva a Kelsea e non volevo interrompere per leggere di lei, ma avanzando con le pagine si inizia a capire il perché di questo personaggio e come sia collegato con la storia principale e le cose si fanno molto interessanti.
Scopriremo molto dei tempi prima del Passaggio e molte delle domande che ci eravamo fatti precedentemente su come è nato il Tearling vengono risolte.



I personaggi sono sempre ben costruiti: Kelsea, non è finta, anche se forte e prende decisioni coraggiose e idealiste, ha molte insicurezze e paure. 
Mazza Chiodata e padre Tayler, sono tra i personaggi che mi piacciono di più. Lo sviluppo della storia di Pen, invece, mi ha delusa, ma ci fa anche vedere l'umanità della protagonista.
Interessantissimo quello che scopriamo sulla Regina Rossa, sul demone e sui gioielli, ma non tutto è stato svelato, ci sono ancora tanti misteri da scoprire.
Un ottimo libro, molto più appassionante e affascinante del precedente. Bella e curata, come sempre, la grafica e i disegni del libro, che gli danno un tocco in più, è una delizia averlo tra le mani.

Lo avete letto? Lo vorreste? Lasciatemi un commento con il vostro parere. Siete curiosi come me di continuare l'avventura?


Non manca molto, ieri la Multiplayer sulla sua pagina fb ci fa vedere che gli è arrivata una copia,non definitiva, di: The Fate of the Tearling :) :)

2 commenti:

  1. Complimenti per la recensione :)
    Io ho preferito il primo, ma anche questo secondo volume mi è piaciuto molto e sono davvero curiosa di leggere il terzo, spero che non ci facciano aspettare troppo!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :) All'inizio per via di Lily anche io preferivo il primo, ma sono una mangiatrice di intrighi e segreti, e questo secondo volume svela molte cose,anche il ritmo più veloce, me l'ha fatto preferire al primo ;)
      Non credo che dovremmo aspettare troppo. La multiplayer è sempre precisa e veloce <3

      Elimina

A voi la parola ;)